Ormai il mondo della telefonia mobile non può più essere considerato oscuro: è una battaglia tra i gestori a colpi di tariffe. E così si formano le “tribù”, in base all’operatore telefonico. Questo vale se si possiede un telefono “tradizionale”. Con lo smartphone la questione cambia. 

Un telefono tradizionale è usato in genere per fare chiamate ed inviare messaggi, per cui gestore e tariffa sono scelti in base all’economicità della proposta. 400 messaggi a tutti gli amici, piuttosto che 100o minuti di chiamate verso tutti.

Se avete tanti contatti che hanno il vostro stesso gestore potete optare per una tariffa che privilegia questi nomi della rubrica, altrimenti dovete votarvi a soluzioni leggermente più costose ma anche “meno discriminatorie. Chiaramente si fa per dire.

In alternativa: compratevi uno smartphone. Perché con questi telefoni di nuova generazione ci sono delle app che consentono di andare oltre il gestore telefonico. Si pensi soltanto WhatsApp che vi permette di mandare messaggi, che non costano assolutamente nulla, a tutti i contatti che hanno scaricato la stessa applicazione.

Indipendentemente dal gestore. Questa sì che è una novità. E se proprio WhatsApp non soddisfa la vostra sete di contatti, provate a sbirciare tra le funzionalità dei vari: Indoona, Viber o Line.