Durante le feste ho approfittato del poco tempo libero per impratichirmi un po’ nell’editing sull’iPhone, di cui sapete che sono appassionato. Ho così avuto il tempo di addentrarmi nei meandri del foto ritocco provando applicazioni che finora conoscevo solo di nome. A queste aggiungo altre alle quali sono uso per un quanto mai classico elenco della spesa. Attenzione: sto parlando di foto ritocco, non di applicazioni di effetti in maniera automatica.

PhotoStation – gratuita

Ex AnyShape. È l’app per ritagliare le vostro foto. Serve sia a ritagliare pezzi di immagine da incollare su altre foto, sia per ricalibrare la composizione.

Anticrop - 0,89 euro

A volte ritagliare non è possibile perché si perde la composizione della foto. Anticrop allarga magicamente gli orizzonti e vi permette di ritoccare gli scenari con tinte piuttosto large, come appunto i paesaggi.

Touch Retouch – 0,89 euro

C’è un lampione che vi rovina la foto? Un intruso che rovina il panorama? Un graffito che sporca un muro? Con questa applicazione potete rimuoverlo utilizzando uno smart lazzo per acciuffarlo o lavorando sui dettagli. Magica. Utile spesso in combinazione con Anticrop per ritoccare il risultato ottenuto da questa.

Perfectly Clear - 2,69 euro

Fa esattamente quello che promette: pulisce la foto. Funziona ottimamente in automatico, ma permette anche di modificare il risultato ottenuto per esempio intervenendo sul tono della pelle, gli occhi, sbiancando i denti, insomma cosucce carine. Passaggio preliminare per quasi qualsiasi foto.

Photoshop Express Adobe Camera Pack - 4,49 euro

Ho acquistato il pacchetto su suggerimento del maestro Riva. Per togliere il rumore di fondo dalle foto e renderle meno sgranate e lo strumento ideale. Con l’aggiunta di un leggero sharpening trasforma letteralmente le foto. Perfectly Clear, Filterstorm e Photoforge2 offrono lo stesso strumento, ma il risultato ottenuto con PS mi pare migliore.

Snapseed – gratis

Ha un ampio menu con opzioni per tutti i tipi di ritocco. Particolarmente utile per calibrare il bianco a posteriori, per l’opzione automatica di correzione del colore, per la possibilità di apportare variazioni di luminosità, contrasto e saturazione in singoli punti della foto e per l’opzione di shapening legata alla struttura della foto. Per una panoramica consultate il tutorial di Snapseed di Gianpiero Riva.

Filterstorm - 3,59 euro

Equivalente di Photoshop. Permette di lavorare sui livelli e applicare maschere a ogni livello. Nella realizzazione delle maschere è precisissimo. Consente di ritoccare la foto tramite strumenti come gestione delle curve, saturazione, blur e mille altre cose. Un po’ difficile da usare, ma quando si imparano i trucchi diventa uno strumento formidabile. Date un occhio al tutorial di Filterstorm di Gianpiero Riva per farvi un’idea. Per interventi mirati è lo strumento adatto. Se non siete certi del risultato che volete ottenere meglio usare Photoforge 2.

Photoforge 2 – 3,59 euro

Equivalente di Photoshop. Permette di fare mille cose, fra cui gestire i livelli sovrapponendo immagini, modificare la luminosità della foto calibrando il tone mapping (ottenendo così un effetto simile a Camera+, ma senza aloni bianchi), ridimensionare la foto, e più in generale tutto quanto permette di fare Filterstorm, ma in maniera più semplice. Salva tutti gli step di lavorazione della foto e permette di tornare indietro e riprendere da un punto specifico. Contiene anche diversi effetti applicabili e calibrabili. Pecca nell’applicazione delle maschere.

Color Splash – 0,89 euro

Prima o poi vorrete trasformare una foto in bianco e nero e colorare solo uno o più oggetti. Potete farlo con altre app utilizzando maschere e livelli, ma con Color Splash è più semplice e veloce e vi rimane più tempo per dedicarvi alla struttura dell’immagine.

Pro HDR – 1,79 euro

Avete presente quelle foto che sembrano disegnate? Se vi piacciano tanto Pro HDR è il vostro compagno ideale. In realtà la stessa camera dell’iPhone ha questa opzione, ma con quest’app è possibile editare il risultato ottenuto, salvando anche più copie della stessa immagine, ed eseguire una selezione manuale dell’esposizione delle due foto da combinare.

Dynamic Light – 0,89 euro

Modifica la luminosità originale della foto e se ben calibrata aiuta a dare un leggere effetto HDR alle foto che non lo sono. Contiene anche diversi effetti presettati da applicare, ma è utile per lo strumento principale che consente di calibrare la luce e ritoccarne la provenienza.

Simply B&W – gratis

È gratis per il momento perché discontinuata. Vi permette di trasformare una foto in bianco e nero e gestire luminosità, contrasto, vignettatura etc. Molto meglio desaturare l’immagine se volete lavorare in bianco e nero oppure scattare direttamente con app come MPro, Hueless o 645PRO che permettono di scattare in bianco e nero.

Genius Scan – gratis

In realtà si tratta di un’app per scansire documenti, ma per raddrizzare le linee dei palazzi in particolari fotografie di architettura può far magie.

Potrebbe interessarvi anche il post su Le app per la fotografia su iPhone che contiene una selezione di app per scattare, applicare filtri e condividere.