Da quando gli smartphone hanno preso piede rivoluzionando il mondo della comunicazione mobile, sono state inventate tantissime applicazioni. Star dietro a tutti i ritrovati è difficile, ma qualche applicazione sembra più utile di altre.Non si tratta di stilare una classifica tra le applicazioni più belle o più utili disponibili su vari App Store o Android Market. Stavolta vogliamo soltanto recensire un’applicazione che, senza andare a fare un’analisi approfondita di tutto quel che è in commercio, ci è sembrata utile.

Si chiama ICE che sta per In Caso di Emergenza. L’utilità nasce anche dalla versatilità dell’applicazione, adatta ad ogni sistema operativo. ICE funziona anche con gli smartphone e con ogni operatore telefonico.

La firma su ICE è della 3 che ha pensato ad un team tutto italiano per sviluppare l’applicazione.

Il noto operatore telefonico ha agito in collaborazione con l’Università degli Studi di Milano e del Trauma Center dell’Azienda Ospedaliera Niguarda Ca’ Granda di Milano.

Fatte le dovute presentazioni, l’applicazione ICE serve nei casi in cui una persona sia vittima di un malore, per agevolarne le pratiche di primo soccorso.

L’infortunato, scaricata l’applicazione, può memorizzare molti dati utili per i medici: dati clinici relativi a patologie e farmaci assunti, il gruppo sanguigno, più le informazioni anagrafiche come nome, cognome, indirizzo di residenza e la foto di riconoscimento. In più si possono memorizzare i numeri delle persone da chiamare tra famigliari e medici curanti con tanto di indicazione del legame di parentela e non.