C’è un’applicazione mobile per qualsiasi cosa. Di recente abbiamo illustrato anche quella per la ricerca di professionisti all’interno di un network dedicato. Ma lo sviluppo delle applicazioni in sé crea lavoro, anzi, crea molto lavoro. TechNet riunisce sia Ceo che senior executive di società che si occupano di tecnologia negli Stati Uniti. La società TechNet ha cercato di capire il contributo delle applicazioni e dello loro sviluppo alla crescita dell’economia americana.

I primi risultati parlano di un’economia trainata dalla applicazioni, soprattutto da cinque anni a questa parte. L’economia statunitense, grazie al boom di app mobile, ha generato circa 500 mila nuovi posti di lavoro, ponendo come inizio dello sviluppo di questi strumenti il 2007.

Nell’ideazione e nella realizzazione di applicazioni sono coinvolti in primo luogo i programmatori e i designer ma svolgono un ruolo importante anche gli esperti di marketing e non è detto che si siano esaurite le opportunità professionali legate al settore.

Nel boom sono state coinvolte molte società, alcune anche molto celebri come Zynga ed Electronic Arts. Hanno poi giocato un ruolo da padrone anche Apple, Google e Facebook. Il mercato a distanza di circa 5 anni non si è tra l’altro esaurito.

Le statistiche confermano che il 62 per cento degli americani che possiedono uno smartphone, scarica ogni mese delle app sul proprio dispositivo.