Il tumore al seno è una di quelle malattie che interessano l’universo femminile e possono essere davvero molto difficili da debellare se non si fa una corretta prevenzione. Una ragazza di 17 anni ha studiato un software per la diagnosi del tumore al seno che ha il 99,1% delle possibilità di riuscita. 

Un’applicazione per qualsiasi cosa, per gestire l’armadio e per organizzare le vacanze? Bene, ci sono anche delle applicazioni che possono non migliorare la vita ma salvarla. Sono quelle a scopo medico di cui purtroppo abbiamo parlato poche volte.

Tempo fa abbiamo citato il progetto relativo all’app per lo screening dei nei, adesso vi illustriamo un prodotto messo a punto da una ragazza di appena 17 anni che vuole diventare oncologa e che aspira anche ad un master legato allo sviluppo software.

Il suo discorso è stato molto semplice: se inserisco in un programma tanti elementi e se ho creato le giuste correlazioni tra gli eventi e la possibile insorgenza di un cancro al seno, sono in grado di mettere questo software a disposizione dei medici per lo screening.

Le sue buone intenzioni sono state suffragate dall’esperimento sul campo che ha conferito all’applicazione il 99,1% di affidabilità. Per il momento ha vinto un concorso e una borsa di studio ma sembra che l’app sia già pronta per debuttare nel comparto medico.