Angry Birds è forse uno dei titoli per dispositivi mobile più conosciuti. Il gioco di Rovio ha riscosso un grande successo, diventando  un vero e proprio standard delle piattaforme mobili da smartphone a tablet fino ad arrivare su console, PC e Smart TV.

Ora però dopo le soddisfazioni è ora di quantificare di mettere mano ai numeri. Peter Vesterbacka, CMO di Rovio, durante il Pocket Gamer Connects ha annunciato che l’azienda a partire dal 2009 ha raggiunto la quota di due miliardi download per la saga di Angry Birds. Numeri da capogiro, che permettono a Rovio di puntare sempre più in alto e perché no, provare ad imporsi come leader del mercato mobile, come fatto a suo tempo coi videogiochi old-school da Nintendo. Ma non finisce qua: l’azienda Finlandese nel 2016 dovrebbe rilasciare il primo film sui pennuti arrabbiati.

Un numero così elevato di download per la saga di Angry Birds non mi stupisce, vista la qualità e la semplicità di gioco dei vari titoli, tra i miei preferiti in assoluto. Dopo un periodo di sole versioni spin, semplici varianti, nel mese di Dicembre è arrivato Angry Birds GO, una versione completamente differente da quelle già viste segno che Rovio è pronta a produrre nuove tipologie di giochi e non commettere gli errori del passato, come i 51 titoli rilasciati prima del grande successo.