Qualche giorno fa discutevo con un amico che, ad un certo punto, senza alcun motivo apparente mi ha chiesto come installare o provare Android sul proprio PC. A caldo mi sono ricordato di Android-x86, il progetto che porta Android anche su piattaforma x86, ma non sapendo a quale release fosse arrivato ho deciso di farlo attendere. Scorrendo Google News sono venuto a conoscenza del rilascio di una nuova build, basata su Android 4.2.2. Preso dalla foga della novità, ho scaricato l’immagine di poche centinaia di MB, l’ho bruciata tramite Unebtooin e l’ho provata sul mio vecchio netbook, un EeeMachine 355.

L’avvio è stato immediato, il boot dura circa dieci secondi, non di più. Dopo aver caricato il sistema si avvia il classico wizard che chi ha almeno un dispositivo Android conoscerà sicuramente. Con qualche semplice tap sarà possibile configurare il nostro dispositivo per l’uso. Come da procedura standard ci viene chiesto di effettuare il login con un account GMail – io ho utilizzato un altro mio account per l’occassione – grazie al quale potremo scaricare app e utilizzare tutti i servizi collegati. L’ambiente è quello di Android stock, nudo e crudo, come piace ai veri fan del robottino verde come me. Interessante la presenza del kernel Linux 3.8, che permette una buona gestione dei consumi e una buona reattività di sistema, peccato che il netbook scaldi davvero troppo dopo appena un’ora di utilizzo. Tutte le applicazioni come Youtube, il browser stock di Android, il PlayStore, Google Music, Pocket, Spotify e tante altre funzionano senza alcun problema. L’esperienza utente è molto simile a quella che possiamo avere su un tablet Android di fascia media, l’assenza di una ottimizzazione si fa sentire, facendo andare su di giri le ventole del netbook. Tutto sommato per giocare diciamo con Android 4.2 questa build è l’ideale.

L’OS è pronto e stabile, ovviamente non può essere utilizzato come un sistema da produzione ma come un gradevole esperimento anche per semplici prove o recensione. Non certo una possibilità da sottovalutare per chi, come me, passa molto tempo a provare e recensire applicazioni. Se avete un vecchio netbook o semplicemente volete provare Android-x86 collegatevi all’apposito portale, scaricate l’immagine ISO per il vostro PC con architettura AMD o Intel e godetevi il robottino verde in una inedita veste.

photo by WebUpd8