Android Silver, la soluzione definitiva di Google per risolvere la frammentazione, è destinato a sostituire i Nexus: non sarà mai prodotto un 6 da HTC – come ipotizzano le indiscrezioni – perché sarebbe inutile. O, meglio, sia l’azienda taiwanese che i concorrenti sudcoreani di LG e Samsung potrebbero realizzare dei dispositivi per Android Silver, che a grandi linee equivale alle Google Edition di One (M8) e Galaxy S4. È un’idea affatto stupida, che potrebbe davvero risolvere i problemi di Android e piacere molto ai produttori.

Tutto sommato i rumor su Nexus 6 distribuito da HTC non sbagliavano: è probabile che – essendo fra i principali partner di Google – uno dei primi dispositivi di Android Silver sarà prodotto proprio da quell’azienda. Ciò non esclude le altre, togliendo a Mountain View l’imbarazzo di scegliere un produttore privilegiato e offrendo a un maggior numero d’imprese l’opportunità d’installare la stock del sistema operativo (vedi gallery). Basterà a risolvere una volta per tutte la frammentazione? È da dimostrare, ma le premesse ci sono.

Sarà interessante scoprire se effettivamente delle multinazionali come HTC e Samsung – che ha dovuto sostituire alcuni Galaxy S5 – siano interessate a partecipare: Android Silver non è un’imposizione, bensì un programma aperto a chi ne condivide le linee guida. Non è un mistero per nessuno che le due società abbiano una propria ROM (Read-Only Memory) che sostituisce la stock di Google ed è un deterrente per l’accettazione nel nuovo circuito. Nulla vieta che, come le Google Edition, siano prodotti anche degli smartphone dedicati.

photo credit: Janitors via photopin cc