Android Marshmallow, la versione 6.0 del sistema operativo mobile per smartphone firmato Google, è ormai sempre più vicino all’uscita grazie al lancio previsto per fine settembre dei nuovi dispositivi Nexus, che come abbiamo già visto a più riprese saranno prodotti (essendo due smartphone) da LG e Huawei. A questo punto, la curiosità sul funzionamento del nuovo software è molto alta tra gli appassionati ed i fan del robottino, soprattutto per gli sviluppatori che vogliono sapere quali saranno le feature del nuovo OS.

Ecco perché Google, pensando proprio ai developer, come riporta l’Android Developers Blog, ha pubblicato il codice di tre applicazioni che fungono da esempio per mostrare alcune delle nuove funzionalità che verranno introdotte con il sistema operativo Android Marshmallow 6.0. La prima applicazione si chiama Android Direct Share, e ci mostra come la nuova piattaforma consenta di gestire l’invio e la condivisione di qualsiasi elemento con i propri contatti a partire da qualsiasi applicazione.

Passiamo poi alla seconda applicazione, il cui nome è Android MidiSynth, e come ci dice già il nome stesso sfrutta un’API introdotta con Marshmallow che permette di connettere allo smartphone dispositivi esterni quali tastiere ed altre periferiche. Questa novità piacerà ai musicisti, che a più riprese hanno manifestato la volontà di poter connettere i propri strumenti e sfruttare le potenzialità dell’universo mobile. La terza ed ultima applicazione è Android MidiScope, ed il suo funzionamento consiste nella visualizzazione sul display dei segnali ricevuti tramite la precedente MidiSynth, senza però riprodurne il suono.

Le tre applicazioni non sono disponibili sul Play Store ufficiale, ma possono essere scaricate dagli sviluppatori direttamente per essere installate tramite APK gratuitamente sul proprio dispositivo Android dal blog ufficiale Google, linkato in precedenza nel post.