Google preme sull’acceleratore, e lo fa con il prodotto che al mondo è diffuso sul maggior numero di smartphone, ovvero il proprio sistema operativo Android. Come avrete già appreso probabilmente, Big G ha già presentato ed illustrato il nuovo Android Marshmallow 6.0, il successore di Android Lollipop conosciuto sino a qualche settimana fa con il nome in codice M. A quattro mesi dunque dal primo annuncio della nuova versione e dopo un’altrettanto lunga fase di beta test, arriva l’annuncio ufficiale per cui Marshmallow sarà distribuito a partire dalla prossima settimana.

Come riporta The Verge e come anche già previsto, la distribuzione partirà con la linea di smartphone e tablet Nexus, per poi arrivare in un momento non ancora definito sugli altri dispositivi. Non saranno presenti miglioramenti in fatto di estetica importanti quanto quelli visti lo scorso anno con il passaggio a Lollipop, ma quelli di Android Marshmallow saranno upgrade principalmente volti a migliorare le performance della piattaforma rendendola più stabile e più facilmente utilizzabile dagli utenti. Tra questo tipo di novità c’è Doze, un sistema di risparmio energetico che consente la chisura dei processi quando il dispositivo non è utilizzato o mosso per un determinato periodo di tempo.

Il nuovo Android poi fornirà un maggiore controllo sulle autorizzazioni fornite alle applicazioni, in modo da poter negare o approvare singolarmente l’accesso a funzioni quali fotocamera, microfono, ecc. in maniera molto simile a quanto avviene su iOS. Android Marshmallow sarà sistema operativo di fabbrica sui nuovi Nexus presentati pochi giorni fa, che ricordiamo essere per la prima due smartphone Google, Nexus 5X prodotto da LG (5,2 pollici) e Nexus 6P (5,7 pollici) prodotto dalla collaborazione con Huawei. Non ci resta che attendere per poter ottenere maggiori informazioni sulla distribuzione anche per gli smartphone delle altre aziende.