Il nuovo sistema operativo mobile Android L, ha fatto il suo debutto ufficiale al keynote di apertura della Google I/O. Le principali novità riguardano l’interfaccia grafica rinnovata ed importanti miglioramenti sul fronte delle prestazioni. Novità, quindi, che sono ritenute fondamentali per rinnovare l’aspetto estetico del sistema operativo di Google e che porteranno maggiori performance.

Al keynote di apertura della Google I/O 2014, è stato presentato il nuovo Android L, sistema operativo che sarà il successore di KitKat, il quale è stato installato, solamente, sul 15% dei terminali Android. La nuova versione, come precedentemente indicato, porterà importanti cambiamenti per l’interfaccia grafica, che è debuttata nel 2011 con Ice Cream Sandwich. Il cuore di questo importante cambiamento è stato denominato Materia Design e porterà, con sé, un look più piatto, elementi arrotondati, bordi morbidi, effetti grafici come le ombre ed animazioni estremamente fluide.

Non solo, per quanto riguarda le notifiche, Android L vi permetterà di interagire con esse direttamente dalla schermata di blocco. Sarà possibile eliminarle grazie ad uno swipe o aprire l’applicazione dedicata con un doppio tap. Inoltre, l’ordine con cui verranno visualizzate sarà, principalmente, basato sulla rilevanza e l’importanza delle applicazioni.

Sul fronte software, inoltre, vi è la novità di ART, libreria software che permette di avere una maggior velocità di esecuzione delle app, in particolare la fase di apertura dovrebbe aumentare drasticamente. Non solo, ART offrirà una maggior durata della batteria e supporterà i SoC a 64 bit, che stanno arrivando sul mercato. Quest’ultimi, qualora combinati con software sviluppato ad-hoc, offriranno maggiori performance ed un importante guadagno in termini di durata della batteria. Google, inoltre, ha pensato di realizzare una nuova modalità che permette di aumentare l’utilizzo della batteria, fino a 90 minuti in modalità standby, rimuovendo tutti i servizi che non sono utili.

Per il momento, Google ha annunciato che Android L sarà disponibile per gli sviluppatori a breve, ma non è ancora stato detto quando verrà reso disponibile a livello consumer.