Una delle più grandi novità di Android L è Project Volta, un sistema che permette di migliorare la durata della batteria. Google, infatti, ha lavorato a lungo nel creare un’ampia serie di API e il nuovo runtime ART, strumenti che permettono di ottenere una miglior efficienza. Un’ulteriore novità è “battery saver”, modalità che entra in atto quando la batteria dello smartphone scende sotto il 15%.

Uno dei principali problemi degli odierni smartphone è la durata della batteria. Apple e Google hanno lavorato a lungo, in questi ultimi mesi, nell’ottimizzare il codice dei propri sistemi operativi iOS ed Android. La nuova versione di Android L, successore di Android 4.4 KitKat, porta con sé importanti novità. I test effettuati da coloro che hanno installato il sistema operativo di Google hanno focalizzato l’attenzione su un effettivo miglioramento della durata della batteria. Sotto condizioni ad-hoc, è stato registrato un miglioramento fino al 36%, rispetto a KiKat, senza appoggiarsi alla modalità “battery saver”. Ovviamente le applicazioni di terze parti, come WhatsApp, hanno ancora alcuni bug che utilizzano la batteria in modo anomalo.

Seppur Android L sia ancora in fase beta, la futura versione del sistema operativo di Google porterà con sé un miglioramento importante della durata della batteria, grazie a tutte le novità introdotte con Project Volta. Sarà fondamentale, però, vedere il comportamento di Android L nella quotidianità, su qualsiasi smartphone e tablet.

photo credit: Yuri Yu. Samoilov via photopin cc