Android L, la nuova versione del sistema operativo, uscirà soltanto in autunno: gli sviluppatori – ma anche gli “smanettoni” – possono provarlo subito su Nexus 5 e Nexus 7 (2013), scaricando le immagini d’anteprima e installandole sul proprio dispositivo. È una procedura rischiosa perché potrebbe compromettere il funzionamento di smartphone e tablet, però permette d’accedere in anticipo alle nuove funzionalità di Android che cambieranno radicalmente l’interfaccia grafica e aumenteranno i form factor disponibili come Android TV.

Non occorre essere registrati come sviluppatori su Play Store, ma bisogna attivare le impostazioni dedicate sul dispositivo: bastano dei tap ripetuti su Numero build in ImpostazioniInfo sul telefono o Informazioni sul tablet. Fatto ciò, serve il SDK (Software Development Kit) di Android per Windows, Mac OS X o Linux dal quale effettuare il flash della Developer Preview di Android L. Questa versione d’anteprima non funziona con la variante LTE di Nexus 7, che forzandone l’installazione risulterebbe bloccato — e inutilizzabile.

Per installare l’anteprima occorre riavviare il dispositivo come faremmo per un reset completo di Android: trovo che il metodo più sicuro sia farlo dal terminale, posizionandosi nella cartella del SDK e digitando adb reboot bootloader col device collegato al computer via USB. Se non è ancora stato fatto, il bootloader dev’essere sbloccato da fastbook oem unlock. Dalla directory dov’è stata scaricata l’immagine, il passo successivo è eseguire flash-all per procedere all’installazione. Al termine, è meglio bloccare il bootloader.