Google, rilasciando Android 4.4 e presentando Nexus 5, ha dovuto escludere una funzionalità che avrebbe indubbiamente avuto un grande successo: il supporto alle immagini “grezze” previsto per l’aggiornamento a KitKat, ma ibernato un mese prima dell’annuncio ufficiale. Perché il formato RAW non è stato aggiunto alle caratteristiche del sistema operativo? I sorgenti sono tuttora disponibili negli archivi di Android Open Source Project (AOSP), però non sono stati inseriti nella versione 4.4 ed è difficile sapere quando lo saranno.

La buona notizia è che, prima o poi, i device con Android implementeranno le RAW: è un formato utile ai fotografi professionisti – già supportato da Nokia su Lumia 1020 e 1250 – che eleverà il sistema operativo a un altro livello. È un peccato che le immagini “grezze” non siano già arrivate con la versione 4.4 e su Nexus 5, parzialmente deludendo gli acquirenti, ma le nuove Application Programming Interface (API) per le fotocamere dei dispositivi potrebbero essere disponibili in un futuro aggiornamento incrementale del rilascio.

L’idiosincrasia di KitKat con le RAW è paradossale, pensando che sarebbe dovuto essere un sistema operativo per le fotocamere digitali. Nell’attesa, l’aggiunta delle API nei sorgenti alimenta le speranze riguardo agli strumenti di foto-ritocco: esistono già diverse applicazioni per visualizzare le immagini “grezze” su Android – come pure su iOS – però a renderne interessante il supporto sarà la possibilità di modificarle, al pari delle Digital Single-Lense Reflex (DSLR) e nuove estensioni dovrebbero essere integrate in Google+.