Google nelle scorse ore tramite il suo blog ha diffuso i dati riguardanti la frammentazione di Android per il mese di dicembre. Il grafico porta con sé interessanti novità come il balzo di Ice Cream Sandwich che passa dal 25,8%  al 27% e la crescita quasi esponenziale di Android Jelly Bean, da 2.7% a 6,7%.

Android nonostante abbia una enorme fetta del mercato di smaprthone è ancora un OS che deve trovare una sua dimensione a livello di diffusione. La frammentazione è un vero e proprio problema e Google ha provato a combatterla rilasciando durante il Google I/O il Platform Developer Kit, uno strumento di una genialità incredibile che nessun produttore ha utilizzato come avrebbe dovuto.

Ho già affrontato in precedenza l’argomento sulla frammentazione di Android proponendo anche una soluzione. Man mano che passano i giorni mi accorgo  che la soluzione sarebbe una vera e propria manna dal cielo visti questi ultimi dati. Gingerbread col 50.8% è una versione davvero obsoleta e il fatto che sia presente su più della metà degli smartphone Android non è un elemento a vantaggio della diffusione per la sua diffusione data la sua immaturità. Per giugno però è in arrivo Key Lime Pie. Speriamo che da qua a quel giorno la situazione sia cambiata.