Nelle ultime ore sono circolati in rete rumors sulla possibile fusione tra Android e il sistema operativo Chrome OS. L’azienda di Mountain View ha prontamente risposto sottolineando che i computer Chromebook continueranno ad esistere.

Il Wall Street Journal ha rilasciato indiscrezioni riguardanti una possibile fusione tra Android e Chrome OS. Secondo la testata americana, entro due anni, si assisterà ad una fusione tra Chrome OS e Android, con conseguente eliminazione del sistema operativo nato per i computer. Questo progetto permetterebbe a Google di dare vita ad una piattaforma unica, flessibile e in grado di adattarsi a dispositivi mobile, desktop e notebook.

La risposta a tutte queste indiscrezioni non si è fatta attende, dal momento che Hiroshi Lockheimer ha sottolineato su Twitter che l’azienda di Mountain View continua ad investire sui Chromebook.

https://twitter.com/lockheimer/status/659939015429255168

Dal momento che Lockheimer è il Senior Vice President delle divisioni Android, Chrome OS e Chromecast, conosce bene la situazione dei vari sistemi operativi e il loro futuro.

Tuttavia, l’ipotesi di fusione tra Android e Chrome OS potrebbe diventare a breve realtà. Ad esempio, Pixel C porta a pensare che Google sia interessata a far crescere Android come sistema operativo sviluppato per smartphone, tablet, notebook convertibili e PC fissi. Secondo il Wall Street Journal, la fusione avverrà nel 2017, anticipata da un annuncio ufficiale il prossimo anno. Solamente il tempo ci dirà se i rumors siano o meno veritieri. Nel frattempo, ci piace pensare a notebook convertibili e PC fissi dotati del sistema operativo Android e un’ecosistema vasto di applicazioni.