La prossima versione di Android, Kye Lime Pie, dalla quale ci attendiamo diverse novità, potrebbe essere l’ultima. Ieri notte è comparso sul blog ufficiale di Android un post che non lascia dubbi: Chrome Os reinventerà il Nexus. Il post è girato per pochi minuti su Twitter grazie a un tweet di Sarah Perez di TechCrunch, che ha riassunto la news poi dilagata sul network. Il post però è poi sparito e la cosa è valsa diverse critiche a Sarah, difesa però dal direttore del suo giornale, Eric Eldon.

Non sarebbe questa la prima volta che Sarah fa uno scoop del genere, essendo stata per altro la prima ad annunciare la chiusura di Google Reader, una settimana prima dell’annuncio di Big G.

La tesi che Android e Chrome OS fossero in odore di fusione era già stata alimentata dall’addio di Andy Rubin ad Android per un nuovo misterioso progetto. Il padre di quello che è stato uno dei progetti più importanti di Google era stato infatti sostituito poco meno di un mese fa da Sundar Pichai, senior vice president di Google responsabile di Chrome OS. Proprio su questo progetto Google ha dimostrato di voler investire lanciando sul mercato proprio negli scorsi giorni il Chrome Pixel, un computer pensato per sfidare il MacBook Air.

Alcuni blogger americani sostengono che potrebbe anche non esserci una nuova versione di Android. Dalle parti di Mountain View pare infatti che il progetto Firefox OS sia stato preso molto sul serio, soprattutto visti i partner annunciati da Mozilla, e che quindi Google abbia deciso di accelerare i tempi. Come previsto tempo fa dall’ex inventore di Gmail Paul Buccheit, Android e Chrome OS sono destinati dunque a fondersi. La buona notizia però sarebbe che le app di Android potranno girare anche su Chrome OS per smartphone. Un aiuto in questa direzione sarebbe giunto dal lavoro degli sviluppatori di Android X86.

Tutto questo ovviamente stando alla notizia divulgata da Sarah e rilanciata da Twitter. Il fatto però che da parte di Google non sia arrivata alcuna smentita ci induce a credere alla news. Non sarebbe neppure da escludere che sia proprio l’X Phone, atteso per maggio, il primo prodotto della nuova serie Nexus.

Ora potete anche smettere di chiedervi se la news fosse vero: buon pesce d’aprile :)

photo credit: remysharp via photopin cc