Due giorni fa Google, senza alcun tipo di presentazione o evento, ha annunciato la disponibilità di Nexus 5 e Android 4.4. Federico Moretti in mattinata ci ha illustrato le novità per gli sviluppatori, io invece ho deciso di riassumere le novità per l’utente finale.

A differenza di quanto ci aspettava le novità per l’utente finale non sono tantissime, ma di qualità:

  • nuovo launcher:  la navbar e la statusbar diventano trasparenti per sfruttare al meglio lo spazio del display e il launcher perde i widget, diventando più “pulito”;
  • hangouts va a sostituire la classica app dei messaggi;
  • nuovo dialer: rinnovato graficamente e in caso di chiamata da parte di un numero non presente in rubrica lo cercherà tra i nostri contatti Google;
  • possibilità di registrare ciò che accade nello schermo grazie alla nuova funzionalità screen recording;
  • nuova app download: completamente ridisegnata e molto più razionale;
  • il sistema, nativamente, funge da contapassi;
  • nuova modalità di riproduzione audio per il risparmio energetico;
  • possibilità di attivare il dispositivo con la voce;
  • introduzione delle emoji all’interno della tastiera stock.

La maggioranza degli utenti, me compreso, attendevano il rilascio di una major release dopo quasi due anni di minor release ma rimarranno delusi. A questo punto, dopo questa mossa commerciale di Google e KitKat, la versione 5.0 dovrebbe essere il grande aggiornamento che vedrà la luce non prima di metà 2014.