Gli utenti Android sono finiti nel mirino degli hacker, un’altra volta. Una nuova falla all’interno del sistema operativo per smartphone e tablet Android mette a rischio la privacy dell’80% degli utenti, pari a 1,4 milioni di persone.

A lanciare il grido d’allarme è la società specializzata in sicurezza informatica Lookout, secondo la quale una vulnerabilità del sistema operativo Linux colpirebbe anche Android, ma “solo” nell’80% dei casi.

Android e Linux hanno infatti in comune un codice, che sarebbe proprio quello realtivo alla nuova falla e che è presente in tutte le versioni di Android dalla 4.4 KitKat in poi. E l’ultima versione? Anche Android Nougat, attualmente ancora infase di sperimentazioen da parte degli sviluppatori, sarebbe a rischio.

I dispositivi esposti a questa falla, secondo le stime di Lookout, sarebbero circa 1,4 miliardi. Google ha fatto sapere di essere al lavoro per risolvere tale criticità. Ma quali sono i rischi? Attraverso questo buco nel sistema di sicurezza di Android i malintenzionati hacker di turno sarebbero in grado di spiare tutto ciò che l’utente guarda sul web (non protetto da crittografia).

Tuttavia non sembra essere li caso di spaventarsi: Google ha dichiarato che i rischi per gli utenti non sono significativi come in altri casi.