La Panasonic ha deciso di aggredire di nuovo il mercato tecnologico proponendosi per la produzione e la vendita di telefoni e smartphone. Le ambizioni dell’azienda sono state ben riassunte da Toshinori Hoshi.

Il vicepresidente dalla Panasonic Mobile, Hoshi, ha detto che l’obiettivo è diventare il terzo player mondiale del settore. Per farlo tenteranno di piazzare entro la primavera del 2013 circa 1,5 milioni di pezzi che dovranno diventare 15 milioni nel 2015.

Ma da dove si parte per ottenere questi risultati? Sicuramente la Panasonic ha già un certo nome soprattutto per quel che riguarda i televisori per la casa. Adesso imposi anche tra i produttori di cellulari e smartphone rappresenta la nuova sfida.

Bisogna infatti che sia immediatamente evidente la caratteristica dei prodotti Panasonic: l’usabilità. Una parte della campagna promozionale dei prossimi anni sarà agevolata dal compimento dei primi 100 anni del marchio di Osaka.

La Panasonic, tanto per cominciare, ha introdotto nel mercato uno smartphone molto sottile su cui gira Android e che – attenzione! – è impermeabile all’acqua. Si chiama Eluga. In Italia il prodotto sarà presentato a breve.

Gli sviluppatori sottolineano che potenzialmente possono davvero fare tutto, adesso starà agli utenti credere nella vision dell’azienda. Una vision che punta molto sulla connettività e sulla possibilità di mettere in comunicazione strumenti diversi tra loro.