Amazon continua a cercare nuove vie per aumentare la popolarità del suo Appshop basato su Android tra sviluppatori e utenti. L’azienda prepara ora il lancio di una nuova sezione chiamata Amazon Unlocked, che offrirà ai clienti dello store una vasta gamma di applicazioni Android gratuite, che normalmente sarebbero a pagamento, consentendo anche l’accesso gratuito ai contenuti che normalmente sarebbero a pagamento come acquisti in-app.

La notizia è stata riportata da TechCrunch, secondo cui, stando ad una presentazione della funzionalità trapelata, con Unlocked saranno temporaneamente rese gratuite applicazioni di diversa provenienza, per esempio da grandi sviluppatori come Sega nel caso di Sonic Dash (in immagine) ma anche app indie, come Monument Valley di UsTwo. Non solo giochi, però, perché saranno sbloccate applicazioni di varie tipologie, come nel caso di Office Suite 8 + PDF Converter, una delle applicazioni più utilizzate per la lettura e la modifica di file Microsoft Office su Android.

Il programma dovrebbe servire, idealmente e secondo quanto appreso da TechCrunch, a portare gli utenti ad utilizzare e scaricare sempre più lo store Amazon, che rende gratuito costantemente un gran numero di applicazioni che altrimenti avrebbero un costo anche importante. Il tentativo sarà anche quello di rendere l’esperienza smartphone meno ingombrante, per cui gli utenti non dovrebbero avere migliaia di app scaricate, ma la possibilità di ottenerle in qualsiasi momento. A questo scopo ci saranno varie opzioni di condivisione tramite social network, in modo che anche i propri contatti possano sapere quando una o più applicazioni saranno rese gratuite con Amazon Unlocked e scaricare le stesse prima che ritornino a pagamento.

Inoltre, quando uno sviluppatore decide di rimuovere un’app da Unlocked, gli elementi da acquistare in-app tornano a pagamento, con la possibilità quindi di convertire anche in un secondo momento gli utenti gratuiti in paganti. Non si sa ancora quando verrà rilasciata la nuova funzione, né c’è stata alcuna dichiarazione ufficiale a proposito da parte di Amazon, per cui non si sa nemmeno quali potrebbero essere le app inizialmente incluse.