Amazon ha svelato come saranno i suoi droni che in futuro consegneranno volando i pacchi ai clienti. A circa due anni dall’annuncio del programma “Prime Air“, inizialmente visto come uno scherzo, il colosso dell’e-commerce ha voluto rendere noti tutti i suoi progressi nello sviluppo dei suoi droni. Il tutto si è tradotto in un video ed in alcune immagini in alta risoluzione dove Amazon mostra non solo uno dei suoi prototipi di drone ma anche ne illustra il funzionamento.

Quello che colpisce immediatamente è il design del drone di Amazon che può essere tranquillamente considerato come un ibrido tra un elicottero ed un aereo. Il decollo e l’atterraggio avvengono in verticale ma poi in aria, il drone dispone di una classica modalità di volo orizzontale, probabilmente scelta perché più efficace per gli scopi della società. Chi si aspettava un classico quadricottero o esacottero rimarrà forse deluso.

Grazie a queste scelte, però, il drone di Amazon è in grado di raggiungere le 55 miglia orarie (quasi 100 Km/h) ed avere un raggio d’azione di circa 15 miglia (circa 24 Km). Amazon ha sottolineato, inoltre, che sono al vaglio diversi modelli da utilizzare in diverse situazioni.

Questo particolare UAV sarà dotato delle migliori tecnologie. Il drone di Amazon riuscirà ad evitare da solo gli eventuali ostacoli presenti e effettuerà una scansione del terreno alla ricerca del miglior luogo d’atterraggio. Nel video si nota, inoltre, come i clienti debbano probabilmente mettere una sorta di segnale con il logo Amazon sul terreno, per aiutare il drone a trovare immediatamente il miglior luogo d’atterraggio.

Sebbene questo UAV presenti molti spunti innovativi, rimangono da sciogliere molti dubbi, soprattutto di natura tecnica come per esempio l’utilizzo del drone in ambienti densamente urbanizzati. In ogni caso, il nuovo design rende questo mezzo volante già adatto alle consegne anche in zone mediamente urbanizzate e non solo in quelle rurali.