Amazon ha deciso di entrare all’interno del settore della musica in streaming online, con l’obiettivo di contrastare il dominio di Spotify. L’idea di Jeff Bezos è quella di creare un nuovo servizio musicale che si differenzierà da Prime Music e introdurrà importanti novità, ampliando anche il livello di competizione sul mercato.

L’indiscrezione della volontà di Amazon di creare un’alternativa standalone ad Apple Music, Google Music, Pandora e Spotify, giunge dal New York Post. Secondo il famoso giornale, Jeff Bezos sta lavorando a un nuovo servizio di musica in streaming che verrà proposto a un prezzo mensile simile a quello di molti competitor, ovvero circa 10 dollari al mese. Allo stesso tempo, qualora l’utente desideri aggiungere anche la riproduzione audio tramite l’assistente Echo, sarà necessario pagare 3 o 4 dollari in più al mese.

Ad oggi, Prime Music, la soluzione di Amazon per la musica digitale, non ha dato i frutti sperati e proprio per questo motivo è necessario effettuare un cambio di rotta. Secondo le ultime indiscrezioni, Amazon avrebbe già preso parte ad alcuni incontri per delineare le licenze musicali, anche se il servizio di streaming musicale è ancora in una fase iniziale.

Con la scelta di creare un servizio di streaming musicale, Amazon sarebbe l’unico fornitore al mondo a distribuire musica fisicamente, attraverso il proprio negozio online, e in modo digitale. Per scoprire se Amazon creerà o meno un nuovo servizio di musica streaming per sfidare Spotify sarà necessario aspettare qualche mese o forse, anche, l’inizio del 2017.