Amazon vuole ampliare ulteriormente il suo raggio d’azione e proporre un servizio di videoconferenze con Chime, un software studiato soprattutto per le aziende. Si tratta di un’offerta che fa parte dell’ecosistema Amazon Web Services, la sezione del colosso dell’e-commerce specializzata nel cloud.

Chime, proprio come Skype, è un programma che permette di partecipare a videoconferenze e avviare conversazione, ed è pensato soprattutto per l’ambito di utilizzo business. Con Chime un utente può fare e ricevere telefonate tramite internet, registrare video messaggi o organizzare riunioni virtuali. Amazon Chime è disponibile praticamente su quasi tutte le piattaforme: Windows, MacOS, iOS e Android. Il servizio è a pagamento ma Amazon prevede di lanciare anche una versione del programma gratuita, ovviamente con una minor offerta in termini di funzioni.

Una scelta quella di Amazon che vuole andare ad aggredire un settore ancora inesplorato dal colosso dell’e-commerce, e dove ci sono già diversi giganti come Microsoft con il popolare Skype, Google con il suo Hangouts o altri servizi meno conosciuti ai più ma altrettanto funzionali e utilizzato soprattutto in ambito aziendale, come i software i Cisco.