Se possedete o conoscete qualcuno che possiede un Kindle, sia un tablet oppure un eReader, potreste considerare l’ipotesi d’utilizzare il nuovo servizio per realizzare una cover personalizzata e regalarla a Natale. Amazon, infatti, ha introdotto la possibilità d’aggiungere – senza costi aggiuntivi – alle Origami Cover delle fotografie: queste possono essere selezionate da una raccolta che spazia dalle immagini della serie televisiva di Star Trek a quelle del National Geographic oppure caricate sul web direttamente dagli utenti.

Non siamo ai livelli della stampa tridimensionale, che pure Amazon supporta con una vetrina dedicata, ma apprezzo questa soluzione: le fotografie possono essere facilmente staccate e ri-attaccate alla cover — che ha una parte piegabile per sostenere il device in diverse posizioni. Le custodie sono disponibili per Kindle Fire HDX, Kindle Fire, Kindle Paperwhite (d’entrambe le generazioni) e Kindle Touch. Una perplessità riguarda l’accesso al servizio dall’Italia, perché non sembra esistere una pagina tradotta per il nostro Paese.

Sperando che la personalizzazione sia estesa agli Italiani per il Natale, a latere della novità penso che sia interessante riflettere sul concetto di “consuder” che Silvio Gulizia aveva introdotto qualche settimana fa. Se la stampa 3D è indubbiamente la «big thing» destinata a cambiare gli equilibri fra produttori e consumatori, queste personalizzazioni alla portata di tutti possono avere un impatto ancora maggiore. Dubito che chiunque acquisterebbe una stampante tridimensionale, ma potrebbe comunque concorrere alla produzione.