Anche se ancora un po’ “acerba” gli assistenti virtuali pensati per la casa cominciano a diventare uno strumento molto interessante e sempre più utilizzato anche dal consumatore mainstream. Uno di quelli più utilizzati è senza dubbio Amazon Echo, il dispositivo che contiene la voce di Alexa. Uno degli aiuti più interessanti che questo assistente è in grado di dare è quello di aiutare a trovare lo smartphone che è stato perso per la casa. Esiste infatti un modo per programmare Amazon Echo in modo che riesca ad individuare il cellulare smarrito.

Attualmente Amazon Echo non è ancora disponibile in Italia, ma dovrebbe arrivare da noi entro quest’anno. Quindi le due funzionalità che andiamo a vedere saranno probabilmente funzionanti anche in Italia in futuro.

Esistono due modi per trovare lo smartphone perso per casa: installando un’app di terze parti sullo smartphone oppure utilizzando un servizio online a cui può accedere Alexa.

Ecco di seguito le due possibilità:

Indoor Search: installare TrackR

Tracker è un’applicazione di terze parti, e quindi ciò significa che servirà dello spazio sullo smartphone pari a 35MB per l’installazione. Tracker fa squillare il cellulare, anche se impostato su modalità silenziosa, ma purtroppo non dispone di un sistema di tracciamento tramite GPS.

  1. Se però questo non vi sembra un limite così importante, ecco come accoppiare lo smartphone ad Alexa tramite TrackR.
  2. Scaricare e installare l’app TrackR. Fatto ciò, aprire l’applicazione e scegliere “Trova il tuo telefono con Alexa”.
  3. L’app vi chiederà di attivare l’abilità di Alexa, e si può fare dicendo “Alexa, attiva Trova il mio telefono con abilità”
  4. Associare il dispositivo con Amazon Echo chiedendo ad Alexa il PIN del dispositivo. L’applicazione vi dirà il comando appropriato per Alexa.
  5. Quando Echo e lo smartphone si sono accoppiati con successo, si può chidere ad Alexa di trovare lo smartphone attraverso l’app TrackR semplicemente dicendo : “Alexa, chiedi a TrackR di chiamare il mio telefono”, e si dovrebbe sentire uno squillo in pochi secondi.

Works Anywhere, tramite programma web

Anche in questo caso non c’è il supporto al tracciamento GPS, ma lo squillo dovrebbe partire anche senza accoppiamento bluetooth e quindi anche se Amazon Echo e smartphone sono molto distanti fra loro.

Il servizio web che serve per far funzionare questo servizio si chiama IFTTT, che è un applet che permette di collegare i dispositivi e creare un “If This Then That” tramite il quale si può chiedere ad Alexa di far squillare il cellulare, ad eccezione di quanto questo è in modalità silenziosa o vibrazione.

Ecco, di seguito, come attivare questa funzione in quattro semplici passi:

  1. Si apre un account IFTTT e si collega allo smartphone
  2. andare alla pagine di accesso dell’applet e attivarlo
  3. collegare i canali Alexa Channel e Phone Call Channel
  4. Quando si perde il telefono, basta dire “Alexa, fammi uno squillo per localizzare il telefono”, e il cellulare dovrebbe cominciare a squillare ovunque si trovi.