Non c’è soltanto Hachette nel mirino di Amazon, che ha deciso di bloccare i preordini di DVD e Blu-ray di Captain America – The Winter Soldier [vedi gallery] prodotto dai Marvell Studios e distribuito da The Walt Disney Company: anche i supporti ottici sarebbero troppo cari. Una tesi che, per una volta, non ha nulla a che vedere con l’equo compenso da copia privata che in Italia ha provocato dissapori fra la SIAE e Apple… ma riguarda soltanto le commissioni della grande distribuzione organizzata. È una questione di statistiche.

Amazon aveva già dimostrato come, diminuendo i prezzi al consumo degli eBook, i guadagni d’autori ed editori come Hachette sarebbero aumentati sensibilmente — al pari delle proprie commissioni. Lo stesso meccanismo riguarderebbe i film e le serie televisive: Disney è fra le major holliwoodiane dal volume d’affari più alto e la società di Jeff Bezos ha tutto l’interesse nel convincerla a diminuire il costo dei propri DVD e Blu-ray. Perché tanta “aggressività” nei confronti di due partner consolidati? Forse, il terrore del rating.

Le difficoltà di Amazon sono due: da un lato, le accuse di fare cartello sul costo degli eBook e dall’altro la reputazione dell’azienda che è quotata in borsa. La strategia – a quanto sembra – sarebbe quella d’appellarsi ai consumatori com’è stato con Readers United per dimostrare la propria buona fede. Una cosa è certa e, cioè, che la società non nasconde il proprio interesse economico nell’abbassamento dei prezzi. Rimane da chiarire anche in sede legale se questo atteggiamento verso autori e distributori sia legittimo o meno.

Photo Credit: Michael Gray via Photopin (CC)