Cambia radicalmente la formula di pagamento per gli scrittori indipendenti. D’ora in avanti, infatti, Amazon pagherà gli autori di e-book che pubblicano sulla piattaforma Kindle in base al numero di pagine che vengono lette. Fino ad oggi, invece, il gigante dell’e-commerce riconosceva gli stessi guadagni agli autori a prescindere dal numero di pagine del loro libro elettronico.

Per ottimizzare i profitti, gli autori indipendenti dovranno quindi cercare non solo di scrivere libri più lunghi, ma catturare l’attenzione dei lettori fin dalle prime pagine. La novità verrà introdotta a partire dal primo luglio e coinvolgerà tutti gli scrittori che hanno stretto un accordo con la piattaforma Kindle. Il cambiamento arriva proprio per andare incontro alle richieste degli scrittori, infelici per un metodo di pagamento troppo sbilanciato e che ora invece premia solo gli autori il cui libro viene effettivamente letto dall’inizio alla fine, a prescindere dalla sua lunghezza.

Ma come vengono calcolate le pagine lette? Amazon ha fatto sapere che sul portale dedicato all’auto pubblicazione è stato sviluppato un metodo di calcolo (Kenpc) basato su parametri standard che permettono all’algoritmo di omologare il conteggio sulla base del tipo di carattere e le varie impostazioni di formattazione del testo.