Chi non conosce Microsoft? Chi non conosce il sistema operativo Windows? In pratica siamo nel dominio del sentire comune.

Ma per evitare fraintendimenti, parliamo un attimo della suite Office che non ha solo gli strumenti classici per le operazioni di calcolo, scrittura e presentazione.

Nel pacchetto Office, nelle due versioni standard e professional, è compreso anche un programma poco usato: Visio. Il software in questione è sfruttato per creare grafici e diagrammi.

È un ottimo strumento per la programmazione del lavoro, per la visualizzazione dei flussi, per l’organizzazione dei progetti.

Spesso però, l’etica o il portafoglio, non consentono l’acquisto della licenza per Office. In questi casi, è bene conoscere delle alternative open source al più comune Visio.

Sicuramente Draw del pacchetto OpenOffice riesce a supplire Visio in alcune fasi.

È disponibile per Windows, Mac e Linux. Molto simile è anche un altro prodotto: Dia, che rispetto a Draw non è disponibile per Mac.

Disponibile per tutti i sistemi operativi già citati e con supporto della tecnologia Java (che non è disponibile per tutte le altre soluzioni alternative già enunciate e da presentare) è ArgoUML che, come spiega il suffisso del nome, sfrutta l’Unified Modeling Language.

E infine due prodotti, uno che si può usare soltanto su Linux e uno soltanto su Windows. Il software che gira sul sistema open source si chiama Kivio e fa parte della suite KOffice. L’altro, invece si chiama StartUML ed è arrivato già alla versione 5.0.