Non lo avete ancora provato? Non c’è problema avete ancora tempo, le vacanze di Natale sono vicine e magari grazie a questo servizio potrete concedervi un viaggetto che non avevate preventivato. Oppure potrete vivere un’esperienza mai vissuta prima, come dormire in una casa sull’albero. Sto parlando di Airbnb. Il servizio che vi aiuta a trovare un posto dove dormire a casa di qualcuno, o qualcuno che affitta una casa, senza agenzie o altri intermediari. Nato in USA, oramai ha preso piede anche da noi ed è appena stata proclamata iPhone app dell’anno per l’Italia.

Airbnb dichiara di avere disponibilità in 33254 città e 192 paesi. Io l’ho usato un paio di volte per soggiorni in Italia e mi sono trovata bene risparmiando anche fino al 50 per cento rispetto a una sistemazione tradizionale, come albergo o bed and breakfast, ve ne avevamo parlato qualche tempo fa.

L’idea è tremendamente social: puoi girare tutto il mondo senza dover stare in albergo, a molti non piace, ad altri, come me, piace vivere un luogo come lo vive chi ci abita e stare in una casa aiuta molto. Airbnb ha l’occhio lungo. Ha capito che deve sfruttare meglio l’aspetto social. E’ di poche ore fa la notizia dell’acquisizione da parte di Airbnb di Localmind : un servizio che ti permette di inviare domande e ricevere risposte in merito a ciò che sta accadendo in questo momento, in luoghi che vi interessano.

Non male, è? Volete andare in un posto ma non sapete che eventi ci saranno? Consultate Localmind e poi prenotate su Airbnb. L’accoppiata sembra vincente. Anche perché persino il famosissimo blogger americano e Robert Scobler, alla South by Southwest conference 2011, ha dichiarato che Localmind è la sua applicazione preferita.