La Apple, fino a questo momento consentiva agli utenti iOS di scaricare attraverso un’applicazione dedicata gli ebook multimediali e di modificarli a piacimento, ma qualcosa nel meccanismo non funzionava.

Si chiama iBooks Author, l’applicazione della Apple che ha aggiornato le clausole dell’accordo di licenza. In pratica gli utenti dello store della Mela Morsicata, potevano, tramite l’app iBooks Author, creare ebook  multimediali. Poi potevano vendere questi prodotti soltanto attraverso l’iBookStore.

Di fatto però, nell’accordo di licenza non c’erano limitazioni al download sul proprio dispositivo degli iBook. Download cui poteva seguire anche un rimaneggiamento del file. Adesso la licenza, per regolamentare questi casi, è stata rivista.

L’Eula (End User Licence Agreement) prevede, nella nuova versione, che i prodotti ottenuti tramite l’applicazione possono essere distribuiti solo con iBookStore ma poi di fatto non impedisce che siano usati altrove.

Si specifica inoltre che chi vuole vendere i prodotti attraverso iBookStore deve distribuire i file nel formato .ibooks ma la distribuzione degli stessi prodotti con formati diversi, scelta dall’autore, non è assolutamente vietata.

Chi ha letto per bene il nuovo testo della licenza, spiega che la formulazione precisa delle cose che già erano in atto e questo sembra un esercizio di stile.