Quantum, un progetto per unificare la grafica delle app di iPhone e Android, potrebbe essere una novità assoluta a I/O 2014: Google vorrebbe creare un modello di riferimento per guidare gli sviluppatori all’adozione d’un design standardizzato fra i due sistemi operativi, strizzando l’occhio allo stile flat di iOS 7 e 8. Una raccolta di linee-guida che porterebbe ad avere un’interfaccia consistente su entrambe le piattaforme, che Google considera allo stesso livello — quando non arriva addirittura a privilegiare quella di Apple.

L’indiscrezione arriva da Android Police, che mostra delle immagini della nuova interfaccia e la associa a Polymer: un framework di Google per creare app e siti web responsivi. Questa nuova piattaforma avrebbe uno stretto legame con Hera, un’infrastruttura per il multitasking che dovremmo vedere a I/O 2014 sulle applicazioni web condivise da Android, Chrome e Chrome OS. Che cosa c’entra iPhone? L’obiettivo finale è comunque quello di rendere del tutto ininfluente il sistema operativo oppure il dispositivo utilizzato dall’utente.

Insomma, non soltanto Quantum renderebbe identiche le app di Google per iPhone e Android… ma cercherebbe d’uniformare anche quelle degli sviluppatori di terze parti. Le stesse azioni – come inviare una e-mail o effettuare una chiamata – avrebbero le stesse icone e la medesima struttura: quasi un’omologazione delle interfacce, che avrebbe un impatto notevole sulla concorrenza. Sempre ammesso che i programmatori accolgano l’iniziativa di Mountain View. Perché dovrebbero farlo? C’è il rischio che diventi inevitabile come sui siti.

photo credit: Janitors via photopin cc