Se questa funzionalità dovesse essere confermata con l’anteprima di settembre, Windows 9 – già noto come Threshold – non obbligherà a reinstallare l’intero sistema operativo per l’aggiornamento: una rottura col passato che gli utenti dovrebbero apprezzare, specie considerando il Calvario nel passaggio a Windows 8.1. Basterà aprire Windows Update e selezionare la nuova versione per aggiornarla da un semplice clic, senza continui riavvii e reinstallazioni complete che richiederebbero troppo tempo. Un sogno che è diventato realtà?

Windows 8.1 Update [vedi gallery] è stato un aggiornamento molto meno “traumatico” del precedente e il prossimo potrebbe essere del tutto indolore: Neowin non può confermare con certezza che Microsoft mantenga questa opzione – ora integrata nell’interfaccia del sistema operativo accessibile agli sviluppatori – con quella che potrebbe essere chiamata Windows Technical Preview di Threshold… però è auspicabile che sia così. Del resto, non sarebbe certo l’unica funzionalità di Windows 9 a trarre ispirazione da Mac OS X oppure Linux.

È probabile, infatti, che Windows 9 introduca i desktop virtuali – presenti da tempo sui sistemi operativi UNIX-like – per limitare il senso di fastidio che alcuni utenti provano passando dalla nuova interfaccia a quella più tradizionale. Microsoft ha imparato molto dalla concorrenza e la nuova modalità d’aggiornamenti di Threshold sarebbe una “chicca” per tornare ad apprezzare i prodotti di Redmond, ricominciando a usarli per la loro appetibilità e non a causa del monopolio di fatto degli anni ’90. Lo sapremo col 30 settembre.

Photo Credit: Kārlis Dambrāns via Photopin (CC)