Nei giorni scorsi, come dichiarato dalla stessa Adobe, Flash Player era afflitto da un un problema di sicurezza in tutte le versioni del software: Windows, Mac, Linux e su tutti i browser.

Adobe aveva subito lanciato un campanello d’allarme, consigliando ai suoi utenti di disinstallare il programma poiché un potenziale hacker avrebbe potuto compromettere la stabilità del computer e trafugare i dati sensibili dell’utente.

Vista la particolare situazione, Adobe ha fatto gli straordinari per rilasciare una patch correttiva (in precedenza, la società aveva fatto sapere che il fix sarebbe arrivato solo “nelle prossime settimane”), annunciata tramite un post ad hoc pubblicato dalla società sul blog ufficiale: “Adobe - si legge sul blog Adobe - è a conoscenza del fatto che l’exploit CVE-2015-7645 viene utilizzato per limitati e mirati attacchi, e consiglia agli utenti di aggiornare le loro installazioni del prodotto alla versione più recente seguendo le istruzioni comprese nel bollettino di sicurezza”.

L’update è disponibile per Windows, Mac, Linux e dovrebbe corregge il bug di sicurezza che rendeva Flash Player molto pericoloso e potenziale obiettivo di pirati informatici. Il fix è presente nella pagina web relativa alla sicurezza di Adobe, nella tabella Solution. Qui è possibile selezionare la patch a seconda del sistema operativo e browser utilizzati. L’aggiornamento potrebbe avviarsi anche in maniera automatica.