Gli acquisti online saranno ancora più semplici, grazie alle novità presentate nelle ultime ore: per Twitter – scelto da Amazon – è quasi un ritorno alle origini, quando i pionieri del web 2.0 usavano la piattaforma per bagnare le piante o accendere le luci di casa. Google, invece, punta alla semplificazione dei pagamenti con Glass. Cos’è stato annunciato… e perché è tanto importante? La prima notizia confermata riguarda #AmazonCart, una lista della spesa da redigere a colpi di tweet, la seconda riguarda l’uso di Google Wallet.

#AmazonCart è una nuova opzione che permette di salvare i prodotti per un futuro acquisto, partendo da una reply su Twitter. Basta rispondere al tweet del produttore con la omonima hashtag perché l’oggetto sia memorizzato nel proprio carrello su Amazon: nell’esempio della fotografia qui sopra, è stato scelto Watch Dogs per PlayStation 4. Il discorso è diverso su Wallet, il portafoglio di Google che con Glass permetterà molto presto d’effettuare pagamenti nei negozi offline — magari, semplicemente strizzando l’occhio al commesso.

Sono due approcci molto diversi, ma puntano allo stesso risultato: semplificare i pagamenti online. Quella di Amazon e Twitter è una soluzione dal gusto retrò, quasi una TO-DO list che trasforma la linea temporale del social network nel carrello della spesa. Invece, quella di Google aumenta l’interesse attorno ai Glass [vedi gallery] che così diventerebbero un portafogli indossabile per sfruttare la tecnologia NFC. Uso il condizionale perché l’effettivo arrivo di Wallet sugli occhiali non è ancora stato confermato dall’azienda.