Amazon.com ha pubblicato, per un breve periodo nel fine settimana, un’offerta relativa al nuovo tablet di Acer con Windows 8: Iconia W3 è il primo device a scendere sotto la soglia dei 10”, senza proporre Windows RT. Questo dispositivo ha una superficie da appena 8.1” e dovrebbe essere venduto negli Stati Uniti a $379.99. Il listino aveva delle inesattezze, come il processore che è stato erroneamente indicato come un Apple A4 da 1.5Ghz (lo stesso di iPad, per intenderci). È previsto che il tablet installi un dual-core di Intel.

Le caratteristiche del device, scomparso da Amazon.com, non sono eccezionali: è da sottolineare la presenza d’una porta USB 2.0 completa, che comunque non eleva il peso al di sopra dei 0,5kg circa. Apprezzabili i 2Gb di RAM e i 64Mb della scheda video integrata. Inoltre, la risoluzione da 1280×800 è superiore a quella proposta da iPad Mini che costituisce il principale concorrente. Il prezzo statunitense suggerito per Iconia W3 lo supera di $50, però con un sistema operativo completo che non è limitato alle app di Windows Store.

Personalmente, mi domando quanto sia utile avere Windows 8 in assenza della tastiera “fisica”: è probabile che l’uscita USB 2.0 alluda alla disponibilità di gadget per trasformare Iconia W3 in una sorta di laptop. Siamo ancora lontani dai device venduti per $200 promessi da Intel, ma Acer ha comunque voluto scommettere su Microsoft. Forse, perché Google ha consolidato la partnership con LG. Se il prezzo fosse confermato, il cambio in euro potrebbe essere piuttosto svantaggioso. Io, ad esempio, dubito di considerarne l’acquisto.