Se da una parte c’è una folta schiera di scettici ancora poco convinti dell’utilità dei wearable come Google Glass, dall’altra ci sono aziende che spingono senza sosta per lanciare nel mercato di massa gli occhiali intelligenti. Intel è sicuramente tra le figure più attive del panorama in questo ultimo periodo, e dopo aver scelto di sviluppare il chip per il prossimo modello degli occhiali di Google ha siglato un accordo con l’italiana Luxottica per realizzare nuovi occhiali intelligenti di fascia alta. Il supporto di Luxottica sarà fondamentale per progettare occhiali intelligenti non solo funzionali e tecnologicamente all’avanguardia, ma al passo con la moda e appetibili per i consumatori sempre più attenti all’estetica (elemento aspramente criticato dei Google Glass).

La partnership fra le due aziende diventerà fattiva a partire dal prossimo anno. In merito all’operazione, il CEO di Luxottica Massimo Vian, ha dichiarato: “Questo accordo rappresenta un’incredibile opportunità per continuare a innovare e definire ulteriormente il futuro dell’eyewear. Insieme a Intel esploreremo le potenzialità delle tecnologie indossabili, spingendoci oltre a quelli che a oggi sono i confini tradizionali dell’occhiale. Guideremo questo nuovo segmento con lo sviluppo di montature intelligenti e funzionali, oltre che belle”.

Non solo occhiali smart nel mirino di Intel. Nei mesi scorsi, il gigante dell’elettronica di Santa Clara ha annunciato la collaborazione con l’azienda produttrice di orologi Fossil sempre nell’ottica di un piano di sviluppo aziendale focalizzato sui device indossabili, in questo caso smartwatch. Altra collaborazione sottoscritta con il gruppo di design Opening Ceremony per lo studio di un braccialetto intelligente.