ItaliaOnline, la società nata dalla fusione di Libero e Matrix (Virgilio.it) ha lanciato negli scorsi giorni il progetto Starthappy, acceleratore d’impresa che mette a disposizione due milioni di euro per 20 startup digitali.

Il sostegno di ItaliaOnline consiste in un’offerta integrata di infrastruttura cloud, necessaria e strategica per la crescita di imprese digitali, e di visibilità attraverso i portali del gruppo, che raggiungo complessivamente 20 milioni di visitatori unici al mese.

Per ogni startup si tratta di un investimento di 100 mila euro in due anni (50K per il cloud, 50K per la pubblicità) utile a raggiungere un buon numero di utenti. In cambio Starthappy non chiede nulla. Chi può partecipare al programma? Startup private, operative da meno di tre anni, non quotate e che abbiano ricavi inferiori a un milione di euro. Le prime selezionate sono Ondango (Facebook store per fanpage) e SportsQuare Games (sviluppo giochi sportivi).

Rodato il meccanismo, ItaliaOnLine vorrebbe entrare nel mondo del venture capitalism investendo nel campo editoriale e nell’e-commerce, settori in attesa di fare il boom in Italia. Il modello sarà quello di Rocket Internet, come riporta il Sole 24 Ore: clonare le migliori startup americane in Europa prima del loro arrivo. IOL pensa anche di prendere giovani imprenditori a cui affidare progetti ex novo e con cui condividere metà delle quote.

Starthappy ha un gruppo di partner di tutto rispetto: gli incubatori Digital Magics, H-Farm, I3p, Trento Rise e gli investitori 360 Capital Partners, Connect Ventures, Earlybird, Iban, Innogest Sgr e Withfounders.

Se siete in cerca di finanziamenti per il vostro progetto, date un occhio anche a: