I pirati informatici di Anonymous hanno portato un massiccio attacco ha oltre 300 siti Web cinesi, non solo siti privati ma anche portali governativi e commerciali.

Un gruppo di hacker ha bloccato oltre 300 siti nella giornata di ieri, ma le minacce del gruppo dichiarano che “tutto ciò continuerà”.

L’attacco hacker di Anonymous è una dichiarata lotta contro la censura del governo cinese verso il web, un messaggio inserito sui siti bloccati riportava la seguente frase:

“Al popolo cinese: il vostro governo controlla il Web nel vostro Paese e si sforza di filtrare quello che considera una minaccia per lui”, per tutti questi anni, il governo comunista della Cina ha sottomesso il suo popolo a leggi ingiuste”.

Le dichiarazioni non si sono fermate ai comunicati precedent, ecco che su altri portal bloccati capeggiava la seguente frase:

“Caro governo cinese, non sei infallibile, oggi vengono piratati i tuoi siti Internet, domani sarà il tuo vile regime a cadere”.

Il governo cinese risponde con controlli “a tappeto” e l’arresto di oltre 1000 sospetti.