Notizie poco positive arrivano sul fronte di 3 Italia per tutti coloro che sono in possesso di un piano tariffario con autoricarica. L’operatore ha, infatti, iniziato ad inviare un SMS informativo in cui esplicita che a partire dal 3 maggio questi piani migreranno tutti a TuaMatic, che pur mantenendo l’opzione dell’autoricarica, è molto meno conveniente. Infatti, l’autoricarica, pari a 5 cent/min per ogni chiamata o videochiamata nazionale ricevuta, viene corrisposta nel mese solare successivo a quello di maturazione, a condizione che si raggiunga una soglia minima di 5 euro e fino ad un massimo di 60 euro.

L’autoricarica può essere utilizzata entro la fine del mese solare successivo a quello di erogazione. Tutte le autoricariche di importo inferiore non verranno accreditate e non saranno cumulabili ai fini dell’erogazione dei mesi successivi. L’Autoricarica è conteggiata con arrotondamento per difetto al minuto per singola Chiamata / VideoChiamata e per singolo SMS / MMS. Non concorrono al calcolo dell’autoricarica le chiamate/VideoChiamate ricevute da operatori virtuali di rete 3.

TuaMatic, inoltre, offre chiamate nazionali verso rete fissa e mobile a 19,32 cent/min (con tariffazione al minuto e scatto alla risposta di 16,27 cent) e SMS nazionali (inclusi quelli di notifica di ricezione) a 15,25 cent. La tariffa Internet sotto rete 3 sarà di 20,33 cent/10MB e la tariffa Internet in roaming nazionale GPRS sarà di 61,00 cent/MB.

Il nuovo piano sarà attivo dalla ricezione dell’SMS di avvenuta attivazione da parte di 3. I crediti promozionali non subiranno modifiche. Tuttavia le eventuali opzioni attive sulla SIM saranno disattivate e qualora incompatibili con il piano TuaMatic, non saranno più riattivabili.

In caso di non accettazione delle nuove condizioni, i clienti di 3 Italia potranno recedere dal contratto entro il 30/04/2016 chiedendo la disattivazione della SIM mediante chiamata telefonica gratuita al numero 133 del Servizio assistenza Clienti ovvero richiedendo la portabilità del numero verso altro operatore. In alternativa potranno recedere mediante comunicazione da inviare dalla casella di posta elettronica certificata all’indirizzo e-mail servizioclienti133@pec.h3g.it. Il recesso in ogni caso avverrà senza alcun costo, Le eventuali rate residue del terminale rimarranno a carico del Cliente 3.

In alternativa, entro il 30 Aprile, i clienti 3 Italia potranno effettuare un cambio piano gratuito verso Power15.