Scegliere un buon cellulare, in alcuni casi, non è solo una questione di disponibilità economica, ma è un fatto di filosofia. In base al proprio stile e al proprio modo di pensare, con duecento euro si può mettere in tasca anche uno smartphone. 

Un quesito posto da un lettore alla rivista Wired, ci dà l’occasione per parlare degli smartphone e del modo di sceglierli in base ai liquidi disponibili. Il quesito è grosso modo il seguente:

con 200 euro, volendo acquistare uno smartphone che consenta di avere un’agenda, telefonare e navigare in internet, è conveniente approdare all’iPhone 3g?

Facciamo una premessa: oggi gli smartphone sul mercato sono numerosi e si evolvono in continuazione. Un’iPhone 3g, come sottolinea il giornalista della rivista, è in effetti un telefono obsoleto che, per il sistema operativo e la struttura che ha, in pochi mesi avrebbe difficoltà a sopportare gli upgrade.

Invece con 200 euro, rispettare le esigenze di questo utente, è semplice cambiando filosofia, ovvero scegliendo uno smartphone con Android o Windows Phone, decisamente nuovo.

Per esempio a quel prezzo si trova in commercio l’Htc Desire C e il Sony Xperia U che montano il sistema operativo open source Android, ma anche il Nokia 710 o 610 che adottano il sistema operativo Windows Phone.