A livello progressivo, l’ultimo nato in casa Microsoft è l’ottavo sistema operativo messo a disposizione dagli ingegneri di Redmond. E’ stato presentato proprio ieri con un evento a New York e chi lo ha provato, ha poi provato a spiegarne pregi e difetti. 

Siete fan dei prodotti Microsoft? Allora avete sicuramente un po’ di curiosità nello scoprire Windows 8, presentato pubblicamente ieri ma già disponibile in fase beta da qualche tempo.

La prima cosa che colpisce di Windows 8 è sicuramente l’approccio totalmente modificato. S’insiste molto di più sulla tecnologia touchscreen e a livello grafico si fa molta attenzione a recuperare il gap che separa un tradizionale desktop o un notebook, dal tablet.

Per questo le icone sono sostituite dai riquadri con le anteprime dei contenuti, e le finestre lasciano spazio ad una sorta di sistema di applicazioni che si aprono a tutto schermo.

Fino a questo momento, tra i tablet era stata battaglia accesa tra l’iOS di Apple e il sistema operativo open source Android. Aspettiamo di capire le potenzialità del terzo incomodo, visto che il secondo punto di forza di Windows 8 è proprio la versatilità rispetto alla piattaforma: funziona su tabelt, pc portatili e computer fissi.

Questo nuovo approccio richiederà comunque agli utenti un nuovo modo di rapportarsi ai dispositivi.