Oggi l’Unione Europea ha pubblicato un nuovo regolamento il quale stabilisce che, senza il consenso dei genitori, i minori di 16 anni non potranno più avere accesso ai servizi online come e-mail e social network.

Dunque tutti i ragazzi minori di 16 anni dovranno ottenere il placet dei genitori prima di poter accedere ai vari Instagram, Snapchat, Gmail, Facebook e tutto ciò che propone il mondo del web. Attualmente il limite di età nei vari stati europei è diverso, ad esempio, in Spagna è fissato a 14 anni, Olanda, Belgio e Ungheria a 16 anni, mentre in Polonia 18 anni.

Alloraperché proprio 16 anni? Si tratta del risultato ottenuto da una media stilata dall’U.E. ma che gli stati membri potranno decidere di modificare a propria discrezione. Ad esempio, il Governo Britannico ha abbassato tale limite dei suoi giovani internauti a 13 anni.

Una scelta non molto coerente e aderente con quello che è lo status quo reale. Secondo una ricerca di qualche anno fa, infatti, in Europa poco più di un terzo dei giovani, compresi fra i 9 e i 12, anni utilizza regolarmente i social network e device mobili come tablet e smartphone per navigare e utilizzare numerose app. E, probabilmente, oggi, sono anche aumentati.